Alessandro Lanzoni

Alessandro Lanzoni

Docente di Pianoforte Jazz

http://www.alessandrolanzoni.com

Alessandro Lanzoni, nato a Firenze il 22 marzo 1992, ha studiato al Conservatorio “L. Cherubini” della sua città, diplomandosi in Pianoforte col massimo dei voti, Lode e Menzione Speciale e in “Composizione e Arrangiamento Jazz” con 110/110 e Lode. Dal 2008 al 2010 ha frequentato l’International Jazz Master di Siena Jazz.
La sua carriera è iniziata a soli 14 anni con l’affermazione al Premio Internazionale Massimo Urbani (2006) e proseguita col Primo Premio al Concorso per Pianisti Jazz “Luca Flores” di Firenze (2008) e l’assegnazione del premio “Best Young Soloist” al prestigioso concorso “Martial Solal” di Parigi (2010).
Premio “Top Jazz 2013” come miglior giovane talento italiano (Rivista Musica Jazz),nel 2014 ha vinto la XIII edizione del Premio “Memorial Tullio Besa”, riconoscimento assegnato annualmente al giovane musicista italiano che si è maggiormente distinto per capacità e talento.
Nel 2015 gli è stato attribuito il “Premio Renato Sellani”, e nel 2017 è stato il vincitore del Premio Siae, conferito al miglior compositore under 35.
Presente fin da giovanissimo nei cartelloni dei più importanti Festival italiani, la sua attività lo ha portato a suonare al fianco di prestigiosi musicisti quali Enrico Rava, Kurt Rosenwinkel, Lee Konitz, Aldo Romano, Joe Sanders, Ben Wendel, Roberto Gatto, Ralph Alessi, Jeff Ballard, Larry Granadier, Ambrose Akinmusire, Itamar Borochov, Rosario Giuliani, Michael Blake, Barbara Casini, Fabrizio Bosso, e moltissimi altri.
All’estero ha già avuto modo di esibirsi negli Stati Uniti, Israele,Turchia, Costa Rica, Cina, Giappone, Colombia, Panama, Etiopia, Germania, Austria, Inghilterra, Francia, Belgio, Olanda, Svizzera e Spagna.
Numerose anche le esecuzioni come solista della Rapsodia in Blue di Gershwin, con orchestre come la Oriental Symphony Orchestra di Shanghai e la Suzhou Simphony Orchestra dirette da Xu Zhong, l’Orchestra Sinfonica di Haifa, la Filarmonia di Oviedo, la Camerata Strumentale di Prato ecc.
Aldo Romano lo ha voluto con sé nel gruppo “New Blood” insieme a Michel Benita e Baptiste Herbin per realizzare il CD “Connection” (Dreyfuss) e per una lunga serie di concerti nei più importanti Festival francesi. Collabora stabilmente con Roberto Gatto, col quale ha inciso in trio l’album Replay per (Auditorium parco della Musica), in quartetto l’album “Now” (Abeat) e in Ottetto l’album “Pure Imagination” (Albore); inoltre suona regolarmente in duo e in quartetto con il trombettista israelo-statunitense Itamar Borochov e nel quartetto di Rosario Giuliani.
Dal 2013 al 2019 ha realizzato quattro album come leader prodotti dall’etichetta CamJazz :
“Dark Flavour” con Matteo Bortone (contrabbasso) e Enrico Morello (batteria); “Seldom” con Ralph Alessi (tromba), Matteo Bortone e Enrico Morello; “Diversions” in Piano Solo; “Unplanned Ways” – Trio con Thomas Morgan (contrabbasso) e Eric McPherson (batteria) – che si aggiungono ai primi lavori discografici realizzati con l’etichetta Philology: “I should Care” in duo con Ares Tavolazzi; “On the snow” in trio con Ares Tavolazzi e Walter Paoli; “Lee Konitz meets Alessandro Lanzoni Trio”, con Lee Konitz, Ares Tavolazzi e Walter Paoli.
E’ autore di numerose composizioni originali inserite in molte produzioni discografiche e ha composto su commissione dell’autore Andrea Meloni le musiche per lo spettacolo teatrale “L’Incantanebbia Kabarett”, andato in scena a Cagliari (teatro Alkestis) e a Milano (Zelig) nel 2015.

TOP